Project Description

Oltraggio alla malattia

Oltraggio
alla malattia

A Te che mi ascolti…
A Te che mi giudichi…
A Te che non mi conosci …
Voglio raccontarti la mia storia.

Sono seduto su questa sedia e vedo un Mondo che si muove,
un Mondo che non mi aspetta e che non mi appartiene più…
né Io appartengo a Lui!
Chiudo gli occhi e immagino…
Immagino di essere su quell’aereo che vedo dalla finestra della mia camera
attraverso la penombra della sera,
lo vedo volare… là …in alto…
in un cielo terso lasciando dietro di sé una lunga scia di rimpianti.
Immagino di amare,
immagino di amare così tanto …
che il mio cuore possa abbracciare questa malattia
Ma Tu…
Tu che mi pensi,
Tu che ti emozioni per me …
Tu che mi amiiiiiiiiiiiii (urlato)
Tu che mi guardi e mi giudichi
Tu che hai paura di me …

Tu che pensi che sia un essere inutile…
Ti sei mai chiesto di cosa è fatto il Cielo?
Hai mai pensato alle nuvole che colorano di grigio plumbeo l’orizzonte e
caricano l’aria di polvere di elettricità.
Nella mia mente…
immagino …
un piccolo Angelo tutto paffutello e roseo seduto su un arcobaleno mentre gioca con
barattoli di vernice fresca,
lo vedo impiastricciarsi le mani piccine e cicciottelle di colore,
lo stesso colore che da forma ai sogni e che tinge la Luna di un giallo tenue. Una Luna che mi ricorda che il Mondo è piccolo e gira rotondo come una giostra,
che può salirci solo chi come me non è mai diventato grande.
Cara moglie,
caro marito
nei miei pensieri…. Io so volare!
Io volo insieme a Te!!
mano nella mano
in un gioco di sensi ci apparteniamo,
le nostre labbra si toccano,
i sensi si risvegliano e il tuo profumo riempie l’aria di armonia.
I Tuoi occhi mi vedono… con l’immagine di un tempo
siamo Io e Te!!
Due amanti che si ritrovano…
La mia vita è cambiata e forse,
se mi alzassi da questa sedia …
così come un calciatore a fine partita,
non sarei più me stesso.
Questa sedia è la mia battaglia
il mio cuore combatte ogni giorno per Te e per gli altri come me …
La vita vuole esplodere nel mio corpo…
La mia fragilità è l’emozione di una carezza
la malattia si arrende alla mia volontà.
Infinite melodie devono ancora essere scritte, la mia anima è forte!!!
Ti regalo ogni battito del mio cuore

Rassegna stampa